Lu tempu de li pisci spata

Tanzania: pescatori sulla via del ritorno (Foto: A.. Corbino, 2010)

Tanzania: pescatori sulla via del ritorno (Foto: A.. Corbino, 2010)

Economia in pillole (video) # 2

Uno studente del corso di Economia e diritto ambientale della Federico II, con il quale durante l’esame abbiamo discusso di sostenibilità delle produzioni marine, mi ha donato questo link , che come per magia rimanda a un tempo, quasi 60 anni fa, quando la pesca era un’attività sostenibile. Argomento più che mai attuale visto che proprio la insostenbilità economica della pesca ha fatto sì che i pescatori siciliani si unissero al cosiddetto movimento dei forconi che da alcuni giorni sta paralizzando la Sicilia.

Nel breve documentario di Vittorio De Seta “Lu Tempu de li pisci spata” (1954) si racconta della pesca al grande pesce nello stretto di Messina, attorno al cui rito si incentra tutta la vita economica e sociale di una comunità (donne che sciacquano i panni a mare, danze davanti al fuoco..). Eccovi il link: http://www.youtube.com/watch?v=bM3iScIjaPQ&feature=share . Non mi è stato difficile trovare in rete un altro documentario di De Seta che racconta della mattanza dei tonni in Sicilia “I contadini del mare” (1955):  http://www.youtube.com/watch?v=GlkeP1ktIJY&feature=related .

I video sono stati postati da poco. E visti da poche centinaia di persone. Ma spero davvero siano visti da tantissimi, non solo per il loro altissimo valore artistico ma soprattutto per il loro immenso valore storico, che documenta da dove veniamo noi italiani. Sono testimonianze che dovrebbero inorgoglirci perchè ci ricordano che quello che siamo ora è  il frutto del sangue e sudore dei nostri nonni. 

Allo stesso tempo questa consapevolezza dovrebbe spingerci a ripudiare gli odierni compromessi di economia facile offerti da una politica mafiosa (e non si offendano i mafiosi, che almeno rischiano in proprio). Infine, queste immagni di fatica quotidiana dovrebbero farci guardare con occhi più benevoli quei popoli che oggi,  anche per la insostenbilità economica di attività per loro primarie come la pesca (la cui causa è da ricercarsi nelle concorrenza sleale di Paesi come il nostro), decidono di attraversare il Mediterraneo, lasciandoci spesso la vita, annegando in un mare di dolore e silenzio, lontano dai clamori dei media riservato ai morti della Costa Concordia. AC

Annunci

Informazioni su albertocorbino

Alberto Corbino è l'autore dei blogs: https://labuonaeconomia.wordpress.com ; http://ventanillas.wordpress.com ; http://italiain3b.wordpress.com http://edabpm.wordpress.com . Per ulteriori info, visitare la pagina: "l'autore di questo blog"
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Economia in pillole e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...