Gotica. Recensione

Giovanni Tizian e Alberto Corbino presentano il libro Gotica (Lamezia Terme, 2012; foto: archivio Trame festival)

Il 22 giugno sono stato invitato a presentare il libro del giornalista Giovanni Tizian “Gotica – ‘ndrangheta, mafia e camorra oltrepassano la linea“, alla seconda edizione di Trame –  Festival dei libri sulle mafie, in quel di Lamezia Terme (www.tramefestival.it).

Lasciatemi innanzitutto dire che e’ stato per me un onore farlo, per diversi motivi: 1) Trame e’ un campanello d’allarme importante: se un Paese allestisce un intero festival di 4 giorni sull’argomento mafia, significa che abbiamo un problema. Ed inorgoglisce sentirsi parte, anche se marginale, di quanti sono chiamati a svegliare un Paese intero dal suo torpore. 2) Trame e’ un’iniziativa supportata dalle istituzioni locali (Comune, Provincia, Regione), un altro segnale importante di impegno concreto; 3) l’organizzazione di Trame (perfetta, per quello che ho potuto vedere) e’ possibile solo grazie all’impegno di tanti volontari, giovani calabresi che non vogliono che la loro terra sia associata, nell’immaginario collettivo, alla ‘ndrangheta, al malaffare, alla politica corrotta; 4) Giovanni Tizian, giornalista del gruppo Editoriale l’Espresso, e’ un calabrese fiero e coraggioso, uno scrittore di talento, che vive i suoi trent’anni sotto scorta. 5) Trame e’ un libro scritto bene.

Gotica racconta la tragica perdita dell’innocenza – quella dell’autore, allora bambino – nella Bovalino di fine anni ’80. E poi ne narra il trauma, che e’ anche speranza di ritrovare la normalita’ perduta, di emigrare a Modena, terra ricca, civile, diversa ma pur sempre terra lontana. Ed ancora, ed infine dovremmo dire, della triste scoperta che da certi tipi di passato, dal “puzzo di cancrena della mia terra impressa nei miei pensieri e nella mia anima“, non si puo’ fuggire e che le mafie lo avevano seguito e preceduto fin su al tranquillo Nord: le mafie avevano oltrepassato la linea.

Da questo momento le pagine di Gotica riportano una serie di informazioni puntuali sulle deformazioni e malformazioni della nostra economia, inquinata, impestata di mafia, al cui gioco si prestano con troppa compiacenza imprendiitori locali senza scrupoli, cui non dispiace ” raggiungere la meta velocemente, utlizzando mezzi illeciti e la prepotenza“.

Mafia Spa produce 135 miliardi di euro di fatturato (e 70 miliardi di profitto): queste le stime riportate da Tizian, “valori discutibili ma che danno un’idea del fenomeno“. Seconod le stesse stime, sarebbero 45 i miliardi di euro che fatturerebbe la sola ‘ndrangheta. Ed io aggiungo, come ho fatto in piazza a Lamezia, che per capire quanto valgano questi denari di Giuda, bisogna rapportarli all’economia reale e ricordarsi, per esempio, che il fatturato mondiale di IKEA e’ stato, nel 2011 di 21,5 miliardi di euro. Cioe’: la sola ‘ndrangheta fatturerebbe piu’ del doppio di una delle piu’ note multinazionali del mondo, un’impresa che rappresenta il sogno di un lavoro decente per centinaia di migliaia di giovani italiani.

Libri come Gotica non sono facilissimi da leggere, perche’, nonstante siano scritti in maniera molto scorrevole e in bello stile (bravo Giovanni!) sono (per fortuna) anche il frutto di un’appassionata ricerca tra le carte dei processi e della cronaca giudiziaria e le pagine sono pertanto zeppe di dati, nomi e date. Ma e’ soprattutto la nausea quello che ostacola la lettura di questo libro: quella che ti prende quando capisci che non vi e’ settore produttivo e non vi e’ regione in Italia immuni da questo cancro e che tutto (o quasi) e’ contaminato.

O quando capisci che tutto cio’ per alcuni, soprattutto in queste regioni in cui gli anticorpi dell’antimafia non sono ancora forti, vivono tutto come un gioco, come un sogno imbiancato di cocaina, che odora di soldi facili.

Ma e’ per questa stessa ragione, per capire, per armarsi di anticorpi e correre ai ripari, e forse anche per esprimere solidarieta’ tangibile al suo autore, che questo libro andrebbe letto. Molti lo hanno fatto: Gotica e’ alla sua quarta edizione

E, una volta letta, recepita e diffusa la denuncia, l’urlo di Tizian, sarebbe necessario che tutti noi cominicassiamo a capire cosa fare per arginare quest’onda che inquina le nostre vite. Si potrebbe partire dal capire che i soldi sono la chiave di tutto e che ogni nostro gesto quotidiano puo’ rafforzare (anche inconsapevolmente) o indebolire le mafie e i sistemi corrotti di cui si alimentano. Bisognerebbe allora cominiciare a vivere la propria dimensione economica in maniera piu’ responsabile. Dopo l’epoca degli eroi, e’ arrivata l’epoca dell’economia della responsabilita‘. E dipende da noi.  AC

Altre info su Tizian: http://www.iomichiamogiovannitizian.org/

L’iniziativa di Banca Etica per spostare il peso della finanza: http://www.nonconimieisoldi.org

Giovanni Tizian: Gotica –  ‘ndrangheta, mafia e camorra oltrepassano la linea; Round Robin editrice; quarta edizione, feb 2012: pagg. 302; euro 15.

Annunci

Informazioni su albertocorbino

Alberto Corbino è l'autore dei blogs: https://labuonaeconomia.wordpress.com ; http://ventanillas.wordpress.com ; http://italiain3b.wordpress.com http://edabpm.wordpress.com . Per ulteriori info, visitare la pagina: "l'autore di questo blog"
Questa voce è stata pubblicata in mafie, Recensioni e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Gotica. Recensione

  1. Pingback: Gotica a Trame, Lamezia Terme | Io mi chiamo Giovanni Tizian

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...