La terza emergenza rifiuti in Campania

 Tornato (da tempo) dagli Stati Uniti, molti pensieri in testa.. alcuni estemporanei, altri piu’ fissi. Come l’irrisolvibile enigma, l’eterno paragone tra la mia terra, il sud Italia, come dovrebbe e potrebbe essere se fosse abitato da gente decente come invece  e’: una ex Terra di lavoro, una fu Campania felix, distrutta da (nell’ordine) una popolazione egoista, meschina e ignorante, una classe dirigente che la rappresenta degnamente e una criminalita’ organizzata che, come ogni parassita,  si limita semplicemente ad occupare spazi lasciati vuoti, ad infilitrarsi in corpi malati e stanchi.

Come malata e stanca appare quella parte di Campania al confine tra le province di Napoli e Caserta che ad alcuni e’ nota come Terra dei fuochi – i fuochi di rifiuti tossici che oscurano il cielo. Gia’ … nota ad alcuni: ma perche’ ancora solo “ad alcuni” e non già a tutta Italia o a tutto il mondo, visto che i roghi di rifiuti tossici avvengono in pratica ogni giorno e spesso anche più volte al giorno in aperta campagna e alla luce del giorno? “. Io li ho visti nei pressi del lago Patria, lungo il versante nord del Vesuvio, oppure a pochi metri dall’IKEA di Afragola: fumi neri, altissimi, consistenti, trasportati lontano dai venti, miliardi di particelle cancerogene che si depositano , nei corsi d’acqua, nei giardini, nelle case, nei polmoni, sulla frutta e  la verdura (più o meno legalmente coltivata) per poi arrivare sulle tavole di tutta l’Italia e magari di tutta l’Europa?

Ma nessuno ne parla. Il servo mondo dell’informazione napoletana e campana è fermo alla solita emergenza rifiuti urbani, con qualche toccata e fuga sullo scarico di rifiuti tossici gestito dalla camorra, cosi’ come da “manuale Gomorra”. La terza emergenza, questa, pare non interessi a nessuno. Speriamo che un giorno una di queste colonnne di fumo assuma la forma di farfallina di Belen, oppure che qualche parroco si decida a far piangere una statua da quelle parti, così arriveranno frotte di reporter affamati di informazione vera.

La terra dei fuochi chi la denuncia? Solo l’omonima associazione attraverso il suo sito (www.laterradeifuochi.it) e fbk, o emittenti di nicchia come MTV. Il suo fondatore – che già mesi fa avevo contattato per effettuare un’escursione sul campo con i miei studenti –  pare sia all’estero… e suppongo che questa scelta, nonostante l’indomabile spirito guerriero, sia stata dettata dalla necessità di fuga verso mondi più civili.

E’ per questo che ho voluto riprendere a scrivere su questo blog con questo argomento, dopo una pausa estiva di lunga meditazione. Perchè in quei territori la gente continua a morire di cancro come se vivesse in mezzo alle fabbriche anni ’70 e invece vive nelle campagne del 2012, dove i friarelli crescono in mezzo ai copertoni. Perche’ nessuno, mai, possa dire: io non sapevo.

http://www.mtvnews.it/storie/la-terra-dei-fuochi/

Godetevi il video e poi.. godetevi il pranzo se ci riuscite! AC 

Annunci

Informazioni su albertocorbino

Alberto Corbino è l'autore dei blogs: https://labuonaeconomia.wordpress.com ; http://ventanillas.wordpress.com ; http://italiain3b.wordpress.com http://edabpm.wordpress.com . Per ulteriori info, visitare la pagina: "l'autore di questo blog"
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, mafie e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a La terza emergenza rifiuti in Campania

  1. Vincenzo ha detto:

    Il video non e’ piu disponibile al link sopra, ma questo sotto forse e’ lo stesso
    http://www.corriere.it/inchieste/flash/30b1a538-da4b-11e1-aea0-c8fd44fac0da.shtml

    Mi piace

  2. Anonimo ha detto:

    a very compelling blog, alberto. it was a great read and reminded me very much of class.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...