Come uscire dalla crisi? Facciamolo da soli *

In Italia il prodotto lordo è passato da 300 miliardi di euro nel 1960 a 1.500 nel 2011, ma l’occupazione è rimasta pressoché la stessa in rapporto alla popolazione (40% prima, 38% oggi) .. dimostrazione pratica che per creare occupazione dovremo avere un tasso di crescita fuori da ogni prospettiva economica”. Non mi capita spesso di recensire libri in questo blog. Ed anche questa volta queste poche righe possono definirsi più un consiglio che una recensione: investite oggi stesso 11 euro nell’acquisto di un libro che, in 118 pagine formato tascabile, riuscirà a farvi capire l’economia, la crisi e come uscirne. Vi dimostra quanto noi siamo parte del problema e quanto possiamo esserne la soluzione. Compratelo, regalatelo a chi volete, anzi, a quelli a cui volete più bene; anche se pensano di non capire niente di economia o che sia una cosa distante; anche se, al contrario, pensano di sapere già tutto perché hanno una laurea con lode, o comprano tutti i giorni il Sole 24ore o lavorano in banca: perché si trova in questo libro questo quello che ci occorre capire dell’economia. Le parole che vi suggerisco sono quelle di Francesco (Francuccio) Gesualdi, già allievo di Don Milani alla scuola di Barbiana, fondatore e coordinatore del Centro Nuovo Modello di Sviluppo, progetto di documentazione e di impegno civile insieme nato a Vecchiano (Pisa). Ho avuto modo di incontrarlo ieri alle Fiera dei beni Comuni a Napoli e le sue parole mi hanno, come sempre, ispirato.
Il libro, che si legge tutto d’un fiato perché è scritto con parole semplici e in maniera chiara, così come dovrebbe essere sempre un testo che tratta di economia, è diviso in 2 parti: la loro crisi e le nostre soluzioni. Nella prima parte Gesualdi spiega come da cosa ha avuto origine la crisi finanziaria globale: la fine del boom economico, la crisi finanziaria, la crisi dei debiti sovrani e il sogno infranto della crescita, nonostante questa sia l’unica soluzione invocata dai governi di tutto il mondo, a prescindere dal colore politico. Ma, sostiene Gesualdi “la crescita misurata solo in termini di denaro, senza preoccuparci da quali elementi sia formata, a vantaggio di chi vada e a quali bisogni risponda, non funzionava neanche in passato… Per tirarci fuori dai guai non serve alzare il palazzo ma ristrutturarlo… Fuori di metafora, dobbiamo ripensare l’assetto produttivo, il parco energetico, gli stili di vita, le modalità di consumo, il trattamento dei rifiuti, le regole commerciali, il sistema bancario, il sistema fiscale, la struttura della spesa pubblica e molto altro“. Quel che trovo di fantastico in questo libro, a parte la chiarezza espositiva, è l’incoraggiarci a un cambio di prospettiva perché “se volgiamo trovare soluzioni, è altrove che dobbiamo guardare. .. La rivoluzione che ci attende e infatti di tipo epocale.. dobbiamo affermare che il centro gravitazionale del sistema economico non può essere il mercante, ma la persona“. Posto che la questione economica fondamentale per l’autore è: come costruire una società capace di garantire a tutti le sicurezze rispettando tre condizioni (utilizzare meno risorse, produrre meno rifiuti e lavorare il meno possibile, perché meno lavoro significa più libertà), le soluzioni prospettate sono: 1) lavoro comunitario; 2) lavoro fai da te; 3) economia pubblica, ovvero “un sistema economico funzionante come un’autostrada a doppia corsia: la prima, quella del mercato, dedicata ai desideri individuali; la seconda, quella di comunità, dedicata ai desideri di tutti“. Per me: tutto molto convicente!
Leggete e compratene tutti: Francesco Gesualdi “Facciamo da soli – per uscire dalla crisi oltre il mito della crescita, ripartiamo dal lavoro e riprendiamoci l’economia“. Altreconomia edizioni, 2012, €11.

* pubblicato sul portale Investireoggi.it il 26 maggio 2013

Advertisements

Informazioni su albertocorbino

Alberto Corbino è l'autore dei blogs: https://labuonaeconomia.wordpress.com ; http://ventanillas.wordpress.com ; http://italiain3b.wordpress.com http://edabpm.wordpress.com . Per ulteriori info, visitare la pagina: "l'autore di questo blog"
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni, Teorie e pratiche e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...