Optima Italia: la multiutility napoletana che azzera gli stereotipi sul mondo del lavoro

Optima Italia spaEra tempo che volevo visitare Optima Italia Spa, incuriosito da quello che avevo letto e sentito dire da più parti: la multiutility che semplifica la vita, la google nata e cresciuta all’ombra del Vesuvio. L’occasione è giunta con il field study dei miei studenti di Arcadia University, con i quali ho potuto visitare la sede principale a Napoli, e incontrare uno dei due fondatori (Alessio Matrone) e parlare con Antonio Pirpan, responsabile brand e comunicazione.
Da quell’entusiasmante incontro è nata la necessità di scrivere queste poche righe per descrivere l’azienda che ha smentito tanti stereotipi sul mondo del lavoro in Italia, luoghi comuni di cui si pasce la politica incapace e la gente che ignora (cioè quella ignorante).

1) A 40 anni si è giovani. Falso. Questo ce lo fanno credere nell’Italia monopolizzata dai dinosauri. Dovunque all’estero c’è l’alibi di essere giovani fino a 25 anni, dopodichè si è giovani adulti, con diritti e doveri di assumersi responsabilità: inventare, creare, produrre, aiutare la comunità. A 40 anni si dovrebbe essere in una fase che è il giusto mezzo tra energie ed esperienza, pronti a cedere la leadership 10 anni dopo. Optima è stata fondata nel 1999 da un giovane e un giovanissimo, che oggi sono nell’età della piena leadership, come i suoi dirigenti. L’età media dei suoi 270 (nel 2015: 300) dipendenti  è 28-29 anni. Una media “inquinata” dal comparto manageriale, che è … più brizzolato.

2) Senza soldi le idee non vanno avanti. Falso. Il capitale iniziale di Optima è stato pari a quattro milioni di vecchie lire (2 mila euro circa), vale a dire molto meno dei soldi di papà che un qualsiasi giovinastro più o meno spende in una anno per pizzette, cannoni, scarpe, ricariche del cellulare, ecc. Optima era un’idea vincente in cui si è fortemente creduto e i capitali hanno fiutato l’occasione e sono arrivati.

3) Per creare posti di lavoro, specie al Sud, servono ingenti investimenti pubblici. Falso. Questa è la scusa preferita dai politicanti che reggono il loro status sul clientelismo e sui grandi sprechi pubblici utili solo a creare cattedrali nel deserto che chiudono dopo pochi mesi, lasciando nella disperazione chi aveva creduto nel miraggio.

4) I giovani di oggi non valgono niente. Falso. Alcuni valgono eccome, visto che Optima identifica nelle competenze e nella passione del suo giovane gruppo uno degli elementi fondamentali di successo.

5) Il sindacato è un elemento necessario alla vita aziendale. Falso. A Optima, dove sono garantiti tutti i diritti dei lavoratori, le vertenze sindacali sono superate dal rapporto orizzontale tra i lavoratori tutti, compresi dirigenza e proprietà. Non è più il tempo della contraddizione di ideali, ma della condivisione di obiettivi.

6) Le mafie impediscono lo sviluppo al Sud. Falso. Le mafie sono l’alibi e  insieme lo strumento dei politicanti per frenare lo sviluppo. Le mafie possono poco contro aziende sane in comunità sane, perché minacciarle toglierebbe loro consenso sociale. E comunque da noi quello delle mafie è un problema secondario rispetto alla burocrazia, le tasse, il costo del lavoro, il negato accesso al credito.

7) Il lavoro si trova solo su raccomandazione e su segnalazione. Falso. Altra bugia alimentata dai politicanti, dalle risorse umane mediocri e dai finti imprenditori. A Optima le risorse umane sono selezionate tramite un’agenzia esterna o tramite un’accurata selezione annunciata via web, radio, tv, stampa. Un raccomandato verrebbe visto semplicemente come una dannosa anomalia del sistema.

8)  Il profitto è l’unica cosa che conta in economia. Falso. Se Optima l’avessero fondata o trasferita nelle Marche, in Emilia o al Nord, probabilmente avrebbe goduto di situazioni ambientali molto più favorevoli. Ma restare al Sud e creare qualcosa per i giovani del Sud è stato per loro un valore aggiunto non negoziabile. E, alla lunga, probabilmente sarà un vantaggio competititivo.

9) Il Sud è destinato ad andare al traino (leggi: call center) del Nord (leggi: management) nel terziario avanzato. Falso. Optima, azienda napoletana, ha assunto centinaia di giovani in tutt’Italia dove ha una rete di 200 agenti monomandatari.

10) La formalità e la rigidità degli ambienti di lavoro aiutano a focalizzarsi sulla produttività. Falso. La sede centrale di Optima ha sale relax con musica, videogiochi e biliardini, l’arredamento è moderno e allegro, la mensa è un bar all’ultima moda, l’abbigliamento segue lo stile personale di ognuno e le convention hanno la spensieratezza di feste di 18 anni. La cravatta a tutti i costi la lasciano a chi non ha niente altro da mostrare.

11) Profitto e impegno sociale non vanno d’accordo. Falso. Optima ha finanziato – rischiando – il film “La mafia uccide solo d’estate”, tema delicato trattato in maniera innovativa da un regista esordiente. Inoltre Optima pubblica Optimagazine, una rivista on-line in cui giornalisti esperti trattano di cultura, musica, cinema, spettacolo. Per non dimenticare il Sociality (un reality virtuoso) Optima Erasmus, che assegna 8 borse di studio supplementari ad altrettanti studenti Erasmus, gli stage che garantiscono (anche prestigiosi) e quindi l’importanza che attribuiscono alla formazione all’estero.

12) Le nuove lauree, come quelle in Scienze della comunicazione, creano solo disoccupati. Falso. Per realizzare le innovative campagne di comunicazione (come la citata Optima Ersamus) serve “semplicemente” essere ottimi laureati (o ottimi professionisti, competenti e visionari). Chi si laurea in qualsiasi materia ma resta nella sua ottusa mediocrità, si iscriva a un partito politico per trovare lavoro (suggerimento gratuito!).

13) Chiudiamo col 13esimo stereotipo, che magari porta bene: al Sud è tutto un po’… così. Falso. A me a Optima è sembrato tutto come dovrebbe essere. Tanto che, ora, diventerò loro cliente.

Advertisements

Informazioni su albertocorbino

Alberto Corbino è l'autore dei blogs: https://labuonaeconomia.wordpress.com ; http://ventanillas.wordpress.com ; http://italiain3b.wordpress.com http://edabpm.wordpress.com . Per ulteriori info, visitare la pagina: "l'autore di questo blog"
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Isole di buonaeconomia, sud e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Optima Italia: la multiutility napoletana che azzera gli stereotipi sul mondo del lavoro

  1. pamela ha detto:

    se optima quando propone un contratto di vendita non truffasse sulle stipule sarebbe pure meglio

    Mi piace

    • max ha detto:

      Sono stato contattato da un agente di OPTIMA che mi ha dato un appuntamento ma io ho rimandato di una settimana per avere più tempo per raccogliere informazioni e visto quel che hai scritto desidero sapere se sei stata raggirata e se si in che modo? Hai stipulato il contratto?

      Mi piace

    • Mary ha detto:

      Ciao Pamela, ti posso chiedere cosa intendi? come ti hanno truffato?
      Ti chiedo perché sto per chiudere un contratto con loro, e prima di firmare sto cercando di informarmi!
      Grazie!

      Mi piace

      • max ha detto:

        Non lo firmare!!! ti spiego perchè… Ti propongono di pagare un fisso al mese e se poi consumi meno te lo riaccreditano, e se consumi di più? te lo addebitano ovviamente… ti scontano un mese all’anno, si grazie ma tu guarda quanto consumi in € in un anno fra luce e gas vedrai che l’importo che paghi ora è inferiore a quello che ti propongono moltiplicato x 11 mensilità. L’unica comodità è che paghi ogni mese un fisso senza sorprese di bollette alte (solo per ora ma se il prezzo aumenta ti assicuro che lo aumenterebbero anche a te) Ah dimenticavo… se l’importo che paghi ora è maggiore di quello che ti propongono probabilmente il gestore che hai ora è un ladro! Quindi passa a Hera mercato libero, oppure Eni o le utenze a maggior tutela. Vedi chi sono i fornitori ufficiali della tua zona.

        Mi piace

  2. Marta ha detto:

    Attenzione a lavorare con questa azienda, si tratta dei soliti lavori di vendita porta a porta, in cui hai più spese che guadagni, oltre a rovinarti la faccia con tutti i conoscenti che avranno paura che tu voglia rifilare loro al solita sola. Un’azienda seria si apre i suoi punti vendita e assume il suo personale, senza bisogno di “risultati” od “obiettivi”. Farà ricadere sul povero malcapitato quello che è semplicemente il rischio dell’azienda, provate a cercare su Google le esperienze di chi ha lavorato per loro…e statene alla larga, sia come mandrie di suonatori di campanelli, che come clienti!

    Mi piace

    • Daniel Miegge ha detto:

      Marta mi dispiace contraddirti (anzi, a dire il vero non mi dispiace tirare fuori la verità), io sono un “venditore Optima” come li chiami tu, ed in realtà sono “solo” un consulente pagato con stipendio fisso per fare appuntamenti SENZA IMPEGNO per presentare l’azienda ed il prodotto, è per contratto CI È VIETATO fare il cosiddetto porta a porta, e questa è stata una caratteristica fondamentale per me per accettare un colloquio selettivo da Optima, perché detesto fare il porta a posta e se avessi dovuto farlo non avrei mai accettato. E Optima preferisce stipendiare consulenti come me ed i miei colleghi piuttosto che comprare uffici come dici tu.

      Una precisazione anche per max: il servizio di maggior tutela sta sparendo, anche per chi non ha mai cambiato gestore, non si può “passare alla maggior tutela”.

      Cordialmente, Daniel

      Mi piace

  3. Luigi Marino ha detto:

    Leggo con interesse questa conversazione e, lavorando in Optima, ci tenevo a fare alcune precisazioni.
    Innanzitutto ringrazio chi ha scritto questo articolo che rispecchia in pieno i plus di un’azienda giovane e in pieno sviluppo come Optima. Molte università si sono interessate e si interessano continuamente al nostro caso aziendale.

    La nostra è un’azienda giovane come dicevo, ma in costante crescita sia in termini di occupazione che fatturato. Il nostro parco clienti conta oggi oltre 160mila aziende e oltre 25mila famiglie che hanno scelto il nostro innovativo prodotto Optima VitaMia a soli due anni dal lancio nel mondo consumer.

    Proprio da questo punto di vista ci tenevo a rispondere all’utente MAX che ha scritto un po’ di inesattezze sulla nostra offerta:
    è vero che proponiamo un fisso mensile per tutte le utenze domestiche, ma è vero anche (questo non viene evidenziato) che il canone viene calcolato sulle specifiche esigenze di ciascun cliente. Quindi considerando le reali abitudini di consumo di una determinata famiglia, noi formuliamo un’offerta ad hoc. Questo è già un vantaggio perché non vengono proposte ai clienti delle offerte standard che rischierebbero di far pagare cifre incoerenti col reale consumo. Inoltre ad ogni cliente viene accreditato un importo in euro su un apposito conto (Conto Relax) che aiuta a mantenere costante il canone mensile sottoscritto con un sistema molto semplice e innovativo: se un mese si consuma di meno, la parte di consumo risparmiata non viene sprecata ma accumulata in questo conto, mentre se un mese si consuma di più rispetto al canone mensile pattuito, il canone resterà invariato in quanto l’extra da pagare sarà prelevato direttamente dal conto. A fine anno poi, l’importo accumulato sul Conto Relax si trasforma in uno sconto in bolletta.

    Aggiungo anche che se il conto viene eroso eccessivamente perché il canone calcolato non coincide con i reali consumi, il cliente viene immediatamente contattato affinché provveda a verificare i suoi consumi e/o a cambiare l’offerta sottoscritta con una più idonea alle sue reali esigenze. Questo dimostra come Optima segua ogni singolo cliente non solo dedicandogli un’offerta unica, ma anche monitorandolo mese per mese.

    In merito invece al commento di MARTA, devo dire che è totalmente infondato quanto scritto. Optima è una delle poche aziende che non lavora col porta a porta. I consulenti lavorano con un’agenda prefissata di appuntamenti concordati o su telefonata o attraverso i nostri punti nei centri commerciali di tutta Italia.

    In merito alle spese e ai guadagni invece, Optima prevede compenso fisso a cui si aggiungono commissioni e bonus legati alla produzione.
    È chiaro che più si produce più ci sono possibilità di arrivare a compensi alti, ma questo è tipico del lavoro di un commerciale ed è quasi banale che io lo spieghi qui.

    Quindi alcuni dei commenti lasciati sotto questo splendido articolo purtroppo non corrispondono alla realtà ma ad illazioni fuorvianti e calunniose. Ma sappiamo bene che essendo Optima un’azienda giovane e ancora in espansione, le informazioni sul suo conto spesso possono essere confusionarie e poco attinenti alla reale situazione.
    Comunque per chi volesse ulteriori chiarimenti o informazioni su Optima, lascio il mio contatto diretto e-mail: lmarino@optimaitalia.com.

    Mi piace

  4. Anonimo ha detto:

    Ragazzi, fate molta attenzione, è semplicemente un’azienda che semplifica le bollette (riunendole) e blocca le tariffe (può convenire o no, a seconda del mercato, e comunque sono pochi spiccioli). La cosa che NON VIENE DETTA, DA QUESTI VENDITORI PORTA A PORTA (“appuntamento senza impegno” che dura un’ora e mezza con grande insistenza per firmare il contratto) E’ CHE CI SONO ALTISSIMI COSTI DI ATTIVAZIONE (160 EURO PER UN CONTRATTO CON LUCE E TELEFONO) AI QUALI COSTI SI AGGIUNGONO QUELLI PER LA CHIUSURA DEL CONTRATTO DI TELECOM, AD ESEMPIO, PARI A 70 EURO.

    Esperienza super negativa, con venditore di zona Castelli Romani, al quale ho firmato (stupidamente) il contratto, chiamandolo una mezz’ora dopo per dirgli che ci avevo ripensato, di non mandare avanti la pratica…risultato, l’ha mandato uguale per guadagnare due spicci, ora da OPTIMA mi fanno sapere, che nonostante la mia formale disdetta, dovrò pagare un mese di contratto più un quarto dei costi di attivazione…follia

    Mi piace

  5. Paolo ha detto:

    Voglio sapere come poter disdire perché telefono e nessuno mi risponde

    Mi piace

  6. Paolo ha detto:

    Ieri è venuto il tipo della ditta ed ho firmaw questo maledetto contratto adesso che il giorno dopo voglio annullare tutto perché vedendo le opinioni ho capito che meglio non farlo, adesso non mi risponde nemmeno quello che è venuto a fare il contratto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...