L’autore di questo blog

alberto corbinoCHI SONO: Alberto Corbino (Napoli, 1969), per lavoro e per convinzione mi occupo dal 1992 (27 anni!) di teoria e pratica dello sviluppo sostenibile o, per usare un’espressione meno abusata, di quella che mi piace definire buona economia.
Nonostante tutto continuo a nutrire un’ingiustificata fiducia nell’umanità, anche perché di mestiere faccio prevalentemente il formatore e i miei studenti sono (quasi) sempre fonte di speranza e rinnovamento.

Attualmente insegno “Food studies: culture, globalization, sustainability” presso Arcadia University – The College of Global Studies, Roma) e ho un contratto di docenza integrativa in “Geography of World Economics” presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università Federico II di Napoli.

Il mio lavoro.
Nei CV si scrive docente freelance, a me piace dire che “porto in giro il mio mondo e lo metto a disposizione degli altri“.

Tre progetti no profit in cui credo molto:
dal febbraio 2017 sono Presidente della Fondazione Cariello Corbino, una charity intitolata alla memoria di mia madre, che supporta progetti per minori in RDCongo, Pakistan e Napoli;
dall’aprile 2015 sono presidente  dell’UCMed – The Mediterranean Institute of Food Culture – Aps, centro di ricerca e formazione sul cibo, a Sorrento;
sono da tanti anni presidente dell’Associazione di Turismo Responsabile nel Sud Italia il Vagabondo, la prima in Italia affrontare in Italia il tema del TR come incoming.

Il mio CV, in brevissimo.

Mi sono laureato in fretta e con lode in Scienze Politiche – internazionali alla Università Federico II di Napoli (tesi in politica dell’ambiente) e mi sono quindi specializzato in Economia dell’ambiente e programmazione regionale al Formez; ho conseguito un dottorato di ricerca presso il Dipartimento di geografia dell’Università di Padova con una tesi su “I Crimini ambientali, punta dell’iceberg dell’antimondo geografico” … (correva l’anno 2000, ante-Saviano!); nel 2004 ho conseguito – come borsista – un Executive Program in “Innovations in governance” alla Kennedy School of Government, Harvard University (Ma – Stati Uniti).

Nel 1998 sono stato Esperto Nazionale Distaccato presso la DG Ambiente della Commissione Europea a Bruxelles, come coordinatore dell’IMPEL (European Union network for the implementation and enforcement of environmental law).

Per domanda del mercato e per ius soli, dal 1997 mi sono occupato – ahimè – anche di cattiva economia (crimine organizzato e distorsioni varie) come fattore ostativo di sviluppo sostenibile e infatti per molti anni, fino al 2016, ho insegnato “Economics of organized crime and social innovation” all’Arcadia University Center for Italian Studiespresso l’Università Roma Tre.
Sono stato docente di materie afferenti l’economia del territorio presso il  Sant’Anna Institute di Sorrento (corsi per studenti di Università USA e Cina).
Ho insegnato “Economia e diritto ambientale” al Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Napoli – Federico II (corso tenuto in A.A. 2009-2010 e 2010 – 2011, 2012-2013).

Non mi fido di chi parla di qualcosa conoscendone solo la teoria, perciò ho sempre cercato di fare pratica di sviluppo sostenibile in tutte le sue forme e sono (stato), tra l’altro: a) co-fondatore e co-gestore di una società di consulenza in campo ambientale/territoriale (heliòpolis snc; 1995 – 2000); b) docente e staff di coordinamento di progetti di formazione per la pubblica amministrazione (2000 – 2008); c) socio e volontario con vari ruoli di responsabilità a livello locale e nazionale di una ONG di cooperazione allo sviluppo (Mani Tese); d) responsabile di una cooperativa di commercio equo e solidale (Mani Tese, sede di Napoli); e) socio e responsabile di un’associazione di turismo responsabile nel sud Italia (il Vagabondo.org); f) volontario in Rwanda, Congo, Brasile, Messico, Bosnia, Napoli; g) valutatore sociale della Fondazione Culturale Responsabilità Etica (FCRE – gruppo Banca Etica); h) membro (2013-2014) di un laboratorio itinerante di ricerca sulla nuova economia in Italia organizzato da FCRE.

Tutto ciò, unito a un aggiornamento continuo sui libri e per la strada (un po’ ovunque in Italia e in Europa, ma anche in Tunisia, RdC, Tanzania, Colombia, Australia, Guatemala, Perù, Argentina, Stati Uniti..) mi aiuta a comprendere qualcosa di come sia possibile applicare le teorie dello sviluppo sostenibile alla vita reale, costruendo buona economia.

Dal 1994 sui temi dello sviluppo sostenibile ho pubblicato 2 volumi: “Dalle mafie economiche all’economia antimafia: la lenta rivoluzione della buona economia in Italia”, Ed. Photocity, 2012); “Economia e diritto ambientale per le produzioni marine – spunti di riflessione, Ed. Boopen, 2009; sono co-autore di EXPO.EAT – il cibo ai tempi dell’EXPO (Iemme Edizioni, 2015);
e numerosi articoli tecnico – divulgativi su riviste e quotidiani a diffusione locale e nazionale (tra cui Narcomafie, Ambiente Risorse Salute, ManiTese-Cres, Il Denaro) o riviste internazionali ;
ho tenuto seminari in atenei e consessi nazionali ed internazionali – gli ultimi:
1) University of Kent – Contemporary Representations of Organised Crime in Italy and Beyond , UK, 2011;
2) Union for Radical Political Economics, NY, USA, 2012;
3) Libera, Scuola 21 Marzo, Avigliana (To) 2012;
4) The American University of RomeRoma 2012);
5) Libera – Carovana Internazionale contro le mafie, Montichiari (Bs), 2013.

Altro:
Grafomane impenitente, per “necessità espressive” ho pubblicato il romanzo breve “Manguste Metropolitane” (Avagliano editore, 1996), la raccolta di racconti “Il Mare che non scappa” (Arte tipografica, 2001), che include la commedia “Malformazione professionale – diario di classe di stranoccupati partenopei” ; ultima creatura: Poesìa de la Reina (Iemme Edizioni 2014, ; già pubblicato da “the Boopen Edizioni”, 2007 e 2010 da Mario Guida Editore, 2003), vincitore del Fiorino d’Argento narrativa edita, XXI Premio Firenze, 2003. Per ecensioni: http://ventanillas.wordpress.com (finestre sul mio mondo narrativo).

I miei (ultimi) blogs tecnici, ahimè un po’ trascurati: https://italiain3b.wordpress.com (il bello, buono e bravo dell’Italia); https://labuonaeconomia.wordpress.com  (economia non è un termine neutro!)http://edabpm.wordpress.com  (economia e diritto ambientale per le produzioni marine).

Contatti: commentando un post; inviando mail to: labuonaeconomia(at)gmail(dot)com ; skype: labuonaeconomia

7 risposte a L’autore di questo blog

  1. Anonimo ha detto:

    grande blog!

    "Mi piace"

  2. Carlo Crucitti ha detto:

    Che bello ritrovarti. Carlo.

    "Mi piace"

  3. Anonimo ha detto:

    i miei complimenti

    "Mi piace"

  4. Anonimo ha detto:

    da un manitese padova i miei complimenti per il blog e l’attività svolta.
    luca

    "Mi piace"

  5. Pingback: Nuova economia responsabile a Londra 2012 « ECOZEMA

  6. Melania Guadagno ha detto:

    Complimenti per il suo percorso formativo, è un modello al quale ispirarsi. Il sistema attuale, che ha fondato il proprio sviluppo sulla crescita, sullo sfruttamento delle risorse e sul consumo, necessita di un nuovo modello sostenibile, capace di unire la dimensione economica con quella umana. Una social innovation che tenga conto dei “sentimenti morali”, oscurando l’egoismo. E’ anche l’obiettivo perseguito dalla filosofia societing.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...